MIME-Version: 1.0 Content-Location: file:///C:/D9125581/Ricettedisopravvivenzaculinaria.htm Content-Transfer-Encoding: quoted-printable Content-Type: text/html; charset="us-ascii" Pastasciutta

RICETTE DI SOPRAVVIVENZA=

 

Pastasciut= ta

70 gr. di pasta  (la cucina di Sololo è dotata di bilancia, lo zero si regola tramite rotella posizionata sul retro)

sale

acqua

 

Riempire una pentola con 1 ltr di acqua, va bene quella del rubinetto passata attraverso il colino per evitare sassolini e altro. Aggiungere 1 cucchiaio di sale. Portare a bollore a pent= ola coperta. Quando l’acqua bolle versare la pasta e farla cuocere per ci= rca 15 min o secondo l’indicazione sulla busta della pasta perché varia leggermente secondo il tipo di prodotto. Conviene sempre assaggiare se è al punto giusto di cottura. La pentola non va mai coperta durante = la cottura della pasta.

Scolare e condire con olio d’oliva e formaggio grattugiato, oppure con sugo come descritto successivamente.

La quantità di acqua e sale aumenta nella propo= rzione della quantità di pasta, 1 ltr di acqua = ogni 100 gr di pasta, 1 cucchiaio di sale ogni litro di acqua.

Gli avanzi di pasta possono essere consumate facendoli saltare in padella con 2 cucchiai di olio.

Si può conservare nel freezer, se conservate nel frigorifero è consigliabile consumarla entro le 24 ore.

 

Sugo di po= modoro

1 barattolo di pomodori pelati

2 cucchiai olio d’oliva o di semi

poco sale

 

Versare i pomodori pelati in una pentola piccola, aggi= ungere olio e sale. Far cuocere per 5 min circa. Assaggiare per regolare il sale. = Non cuocere troppo perché diventa salsa troppo ristretta e acida.

Si conserva in un barattolo nel frigorifero coprendo i= l sugo con uno strato di olio. Va comunque consumata entro 2 gg.

 

Per condir= e la pasta in modo variato

Dopo aver cotta e scolata la pasta, farla raffreddare immediatamente nello scolapasta versandoci sopra acqua fredda potabile del filtro. Versare la pasta fredda in una ciotola capiente e condirla con 1 cucchiaio di olio d’oliva, aggiungere 1 scatola di tonno scolato dal = suo olio.

Altrimenti si può aggiungere del pomodoro fresc= o, ben lavato con acqua del filtro e tagliato a pezzetti. A piacere si aggiunge una grattugiata di grana oppure pezzetti di formaggio Mont= asio di Leo.

Tutti i tipi di pasta si prestano per essere conditi c= on pesto o salsa verde.

Questi condimenti vanno bene anche a pasta calda.

 

Insalata d= i cavolo cappuccio

1 quarto di cavolo cappuccio

1 o 2 cucchiai di olio d’oliva

sale

 

Togliere le foglie esterne del cavolo, almeno 2 strati. Tagliarlo in 4 quarti, eliminare il torsolo perché troppo duro per essere mangiato, affettare a strisce il più sottili possibili lunga = la venatura del cavolo. Lavare con acqua del filtro, asciugare nella centrifuga per insalata. Versare il tutto in una ciotola capiente e condire con olio e sale.

A piacere si aggiunge una spolverata di origano, del pomodoro fresco lavato con acqua del filtro e tagliato a fette o pezzetti, 1 scatola di tonno scolato dal suo olio, formaggio tagliato a dadini, acciughe tagliate. Anche l’avvocado tagliato a pez= zi si presto bene per essere mangiato nell’insalata.

L’insalata condita non si conserva oltre 1 giorn= o nel frigorifero.

I quarti di cavolo tagliata si conservano molto bene, = meglio ancora se avvolti nel alluminio.

 

Cavolo cap= puccio lessato

½ cavolo cappuccio

Acqua

Sale

 

Lavare e tagliare il cavolo come per l’insalata. Cuocere in una pentola capiente con 2 bicchieri d’acqua e un cucchiai= no di sale. Bollire per 30 – 40 min. Assaggiare il punto di cottura, agg= iustare di sale se necessario.

Per variare si può aggiungere 1 scatola di pomo= dori pelati, oppure cuocere il cavolo con 1 paio di cipolle affettate.

Una volta lessato il cavolo cappuccio si mantiene bene= nel freezer e per un giorno anche nel frigorifero.

 

Patate les= sate

Patate

Acqua

Sale

 

Sbucciare la quantità di patate necessaria (2 o= 3 a persona). Tagliare a metà le patate grosse in modo che tutte abbiano più o meno la stessa grandezza, più grandi sono più è il tempo di cottura. Lavarli bene con acqua fredda, va bene quella del rubinetto. Siste= mare le patate in una pentola adatta alla quantità con l’aggiunta di acqua fredda che deve coprire abbondantemente le patate. Aggiungere 1 o 2 cucchiaini di sale secondo la quantità, coprire e portare a bollore.= Dopo 20 min. ca. pizzicare le patate con la forchetta per controllare la cottura= . Le patate sono pronte quando la forchetta entra facilmente fino alla met&agrav= e; del tubero. Scolare l’acqua e mangiare calde.

Una volta lessate e lasciate raffreddare, sono ottime = tagliate a fette e condite con un po’ di olio e sale.

Altrimenti, sempre tagliate a fette, friggerle in una padella con 4 o 5 cucchiai di olio di semi a fuoco vivace.

Per fare il puree si schiacciano le patate bollenti con l’apposito schiacciapatate, aggiungere un po’ di latte caldo (ci vorrebbe anche il burro, ma a Sololo ne facciamo a meno) e mescolare bene p= er ottenere un puree soffice. Aggiustare di sale se necessario.

Le patate lessate vanno consumate presto perché= non si mantengono nel frigorifero per più di ½ giornata. E, comun= que, cambiano il loro gusto. Non si possono surgelare.

 

Pomodori in insalata

Lavare accuratamente i pomodori con acqua del filtro. Eliminare il punto di attaccatura alla pianta, tagliare a fette, sistemare = sul piatto e condire con olio e sale.

Vanno consumate subito. Una volta condite e conservate= nel frigorifero si mantengono per poche ore.

 

Pomodori a= l forno

20 pomodori

olio

origano

sale

 

Impostare la manopola per il forno a 180/200 gradi e, IMPORTANTE, contemporaneamente accendere con un fiammifero il gas che esce = dal foro centrale posto sulla base interna del forno.

Prendere la teglia (che si trova all’interno del= forno e fa parte della dotazione, è quella che usiamo anche per la pizza) e coprirla con carta da forno.

Lavare bene i pomodori con acqua del filtro e tagliarl= i a metà per la lunghezza. Appoggiare i pomodori sulla teglia con la par= te tagliata verso l’alto, condire con un po’ di olio, sale e origa= no. Inserire la teglia nel binario al centro del forno e cuocere per ca. 30 - 40 min. Attenzione a non farli bruciare. Farli raffreddare a cottura ultimata.=

Si conservano in frigorifero per 1 giorno.

 

Fagioli e = Lenticchie

1 = kg di fagioli o lenticchie

Acqua

Sale

Granulare di brodo

 

Versare i legumi in una pentola molto capiente e copri= re con abbondante acqua piovana, sempre passata attraverso il colino a rete fine. Mettere il coperchio e lasciare il tutto ammollo per una notte.

Scolare i legumi, che avranno quadruplicato il loro vo= lume, aggiungere abbondante acqua piovana e due cucchiai di sale, cuocere sul jiko per almeno 2 o 3 ore. I legumi sono cotti quando= sono morbidi. Le lenticchie cuociono prima dei fagioli. Quindi si deve assaggiar= e di tanto in tanto il punto di cottura per evitare che diventino un passato di lenticchie. Eliminare l’acqua di bollitura.

Con 1 kg di prodotto si ottiene una quantità sufficiente per diversi pasti, secondo il numero dei commensali. Calcolando le porzioni necessarie per persona, conviene suddividere i legumi nei recipienti di plastica con coper= chio adatti per il freezer per conservarli in modo corretto.

Per il consumo conviene riscaldare la quantità necessaria di legumi in una pentola con 2 bicchieri di brodo ottenuto con b= rodo granulare (1 cucchiaino di granulare per un bicchiere di acqua calda).

Aggiungere pasta cotta a parte per preparare pasta e fagioli.

Sul piatto si condisce con olio d’oliva.

 

I fagioli e le lenticchie in scatola si scolano dal lo= ro liquido. Poi si procede a riscaldarli come i fagioli lessati descritti sopr= a.

I fagiolini in scatola si scolano e si passano in pade= lla con un po di olio.

 

Pizza=

Base di impasto di pane

Pomodori pelati

Formaggio tagliato a fette sottili

Origano

Sale

Olio

 

Quando Tumme prepara l’impasto per il pane chiedere di aggiungere il quantitativo necessar= io per la pizza. Per 7 persone conviene far preparare 2 teglie.

Per 1 teglia si usa 1 scatola di pomodori pelati, spezzettati, mescolati con 2 cucchiai di olio, un po di sale, una spolverata di origano, e distribuiti sulla base della pizza. D= istribuire il formaggio a fette oppure il grana grattugiato. Infornare a forno gi&agra= ve; caldo a 200 gradi e cuocere 30 min. ca. controllando che il pane sia ben co= tto e cioè comincia ad abbronzarsi sui bordi.

Oltre al formaggio si può variare il gusto distribuendo 1 scatola di tonno scolato dall’olio sopra i pelati.

Altrimenti aggiungere pezzi di acciughe sul formaggio.=

 

 

Pizzette d= i pane

Fette di pane anche raffermo

Pomodori pelati

Olio

Sale

Origano

Formaggio

 

Sistemare le fette di pane sulla teglia del forno cope= rta di carta forno. Procedere come per la pizza con pelati conditi, formaggio ecc.=

 

DIETA – DIETA - DIETA

 

1. Colazio= ne

Latte

Caffè

Pane

 

Mezza matt= ina

Frutta se disponibile

 

Pranzo

70 gr di pasta condita come indicato sopra

Pomodori in insalata

Cavolo cappuccio in insalata

Cavolo cappuccio lessato

Formaggio/salame

 

Mezzo pome= riggio

Frutta se disponibile

 

Cena<= /o:p>

Fagioli o lenticchie oppure 2 pezzi di pizza

Carote grattugiate

Pomodori freschi o al forno

Cavolo cappuccio cotto o crudo

Tonno o sardine scolate dall’olio oppure 1 fetta= di formaggio o salumi